Cinque case orologiaie per chi ama gli orologi da collezione

Come abbiamo ripetutamente sottolineato, un orologio da polso identifica uno status symbol che può essere indossato o semplicemente custodito essendo un valore che si mantiene nel corso degli anni. I collezionisti lo sanno bene e amano ammirare questi gioielli antichi e moderni spendendo cifre notevoli.

Ecco 5 case orologiaie che un appassionato sicuramente conosce.

Blancpain
E’ una delle più antiche case orologiaie svizzere sopravvissuta ai giorni nostri; il suo modello più famoso è il subacqueo del 1935. Curata nei minimi dettagli sia dal punto di vista artistico e da quello tecnico è la linea attuale per uomo e per donna. Gli orologi sono forniti di calendario, fasi lunari e sono costruiti con estrema attenzione per i particolari.

Breguet
La sua produzione è diventata ben presto famosa in tutta Europa e la sua bottega sempre affollata dei più bei nomi dell’aristocrazia non solo francese. Attualmente dei 5000 orologi che costituivano il catalogo originale, mille fanno parte di collezioni private e pubbliche.

Breitling
Questa casa costruttrice Svizzera si indirizza subito verso la progettazione e la ricerca di strumenti di alta precisione tanto da diventare ben presto una delle maggiori fornitrici di orologi e cronografi per gli eserciti d’Europa. Proprio grazie alla loro caratteristica di alta precisione, gli orologi messi in commercio vengono utilizzati anche nei settori sportivi e ingegneristici. E’ Chronomat la punta di diamante che tutti conoscono.




Cartier
Louis Cartier impone all’intero settore orologiaio un modello di orologio molto simile a quello settecentesco che lo vuole più un gioiello che uno strumento di consultazione. Si possono citare tra i modelli che hanno fatto la fortuna di questo nome il Santos, uscito nei primi 900 e il Tank watch. Entrambi questi orologi hanno linee così perfette che ancora oggi possono portare tranquillamente il segno nel tempo senza mostrarlo. Che il mito di Cartier sia pressoché universale è testimoniato anche dalla numerosissima schiera di orologi Replica contro la quale Cartier ha rivolto l’attenzione; basti pensare che dei 250000 pezzi originali prodotti dalla Cartier ne sono in circolazione più di 2 milioni. Le contraffazioni sono all’ordine del giorno per cui diffidate da venditori con prezzi molto economici. Oggi un Cartier è un simbolo di prestigio così come lo era in passato; un esempio di classe e precisione.

Chopard
The last but not the least, questa antica casa orologiaia svizzera, fondata nel 1860 da Louise Chopard si colloca nella tradizione più ricca e prestigiosa, nonostante i diversi passaggi di capitale. Vanno ricordati, tra i molti modelli di orologi di lusso, i St Moritz, gli Happy Diamonds e i Luna d’Oro. Tutti i tre modelli si rivolgono ad un pubblico coltoso come è testimoniato anche dal ridotto numero di pezzi che sono stati prodotti.